Gnocchi di patate; ai tempi della società contadina erano uno dei piatti più amati. I nostri nonni li preparavano in casa e anche se la ricetta richiedeva del tempo, erano e sono tutt’oggi uno dei piatti più apprezzati da grandi e piccini.

I tempi sono cambiati ed oggi non si riesce a trovare il tempo per preparare certi piatti; il Pastificio Artigiano il Castello può aiutarvi a riscoprire i sapori della tradizione contadina italiana con la propria produzione di gnocchi di patate, gnocchi di zucca e gnocchi di fonduta e speck. Nella produzione dei nostri gnocchi, usiamo degli accorgimenti che li rendono superiori in qualità e sapore, e precisamente

  • Le patate; Per produrre i nostri gnocchi di patate, non usiamo patate novelle poiché le patate novelle trattengono troppo l’acqua. Per la medesima ragione cuciniamo le patate in pentola a pressione invece di lessarle; inoltre una volta schiacciate le allarghiamo sul tavolo di lavoro per fare perdere l’umidità in eccesso. 
  • Impasto; lasciamo che l’impasto riposi non più di un paio d’ore e successivamente, i nostri macchinari lavorano l’impasto in pochi minuti.

Gnocchi di patate; ricetta per 4 persone

Ingredienti

  • 1 uova
  • 300 grammi farina
  • 20 grammi burro
  • 1 chilo di patate
  • sale a piacere

Preparazione

Lessate, pelate e ancora calde, schiacciate le patate. Lavorate parte della farina formando un monticello con le patate schiacciate e al centro sgusciate un uovo aggiungendo burro e sale. Amalgamate l’impasto aggiungendo la farina rimasta. Con le mani infarinate prelevate parte dell’impasto a formare un cilindro spesso circa come un dito e tagliate dei tocchi da circa 2 cm. di lunghezza. Continuate a formare cilindri e tagliare i piccoli gnocchi fino all’esaurimento dell’impasto.

Un’ultimo suggerimento che vi diamo riguarda la cottura; gli gnocchi, soprattutto se in grosse quantità, vanno cucinati un poco alla volta per evitare che si attacchino tra di loro. Venite a Caravino, in provincia di Torino, oppure contattateci per richiedere una spedizione dei nostri gnocchi e buon appetito.