Pasta Fresca

La pasta fresca, simbolo dell’unità Italiana

La pasta fresca è un piatto che non può mancare sulle tavole degli Italiani : è uno dei piatti tipici della cucina italiana. Questo non solo perché offre numerose soluzioni e modalità di preparazione, ma anche perché si tratta di un preparato sano e nutriente.

Il suo valore in cucina è riconosciuto fin dall’antichità.  Ogni regione, a volte, ogni città ha sviluppato, nei secoli, modi propri di produrre la pasta fresca.

« …il nostro più che un popolo è una collezione. Ma quando scocca l’ora del pranzo, seduti davanti a un piatto di spaghetti, gli abitanti della Penisola si riconoscono italiani… Neanche il servizio militare, neanche il suffragio universale (non parliamo del dovere fiscale) esercitano un uguale potere unificante. L’unità d’Italia, sognata dai padri del Risorgimento, oggi si chiama pastasciutta »
(C. Marchi, Quando siamo a tavola, Rizzoli, 1990)

La pasta fatta in casa

pasta fatta in casa

La produzione di pasta fresca risale a tempi molto lontani,  quando l’uomo iniziò a coltivare cereali da utilizzare per la preparazione dei cibi.

Il grano veniva schiacciato e macinato ed unito all’acqua per preparare miscugli che poi venivano consumati crudi o cotti. Abbiamo numerose raffigurazioni artistiche di epoca greca, romana ed etrusca, che testimoniano come la pasta fatta in casa venisse prodotta e consumata; ci restano soprattutto pitture murarie che mostrano le fasi di lavorazione della pasta fresca.

Comunque ci sono diversi autori classici, a partire da Orazio, che citano questo alimento, nelle loro opere. Ma la pasta vera e propria, almeno, quella che noi conosciamo nasce presumibilmente nel medioevo, quando vengono ideati nuovi formati che iniziano anche ad essere bolliti in acqua.

In alcune regioni italiane furono introdotte alcune novità, come l’essiccazione, che consentiva di conservarla più a lungo, fino ad arrivare alla creazione delle prime forme di pasta fresca ripiena.

pasta fresca torino

Proprio nel medio evo nascono i primi produttori di pasta fresca, rigorosamente artigianali e, da questo momento, diventeranno una realtà artigianale consolidata lungo tutta la penisola.

La pasta fresca veniva consumata ancora come contorno anche in Italia, in accompagnamento di carne e verdure, abitudine che è stata tramandata ed è arrivata fino ai giorni nostri in molti paesi europei.

Ma è grazie alla rivoluzione industriale del XVIII secolo che nascono i primi macchinari e la produzione della pasta assume dimensioni più simili a quelle attuali. Il processo di lavorazione, così, richiedeva tempi più brevi e la produzione della pasta era possibile anche su larga scala.

Un’evoluzione quella della pasta che nei secoli l’ha portata a diventare una delle eccellenze del nostro paese, riconosciuta in tutto il mondo. Una storia che passa attraverso numerosi miti e leggende per arrivare nelle tavole di oggi con un gusto dal sapore antico, ma sempre attuale.

Il Pastificio Artigiano il Castello di Caravino, in provincia di Torino, porta sulla tua tavola il gusto della tradizione. Prova i nostri prodotti, gusta la qualità della pasta fresca fatta in casa.