Pasta Corta

Pasta Corta

pasta cortaPer cucinare la pasta corta, lunga o ripiena soprattutto se parliamo di pasta fresca, lo dicono anche i produttori, bisogna usare abbastanza acqua.

Fatto ciò, è necessario mescolarla regolarmente e, oltre al sale, non c’è bisogno di aggiungere altro. Ecco una serie accorgimenti da seguire per non pregiudicare il sapore della pasta corta o lunga che sia;

1. Mescolare la pasta durante la cottura

La pasta ha bisogno di essere mescolata durante la cottura. Questo impedisce che si attacchi (in particolare gli spaghetti, linguine, ecc.) e assicura che tutta la pasta cuocia in modo coerente.

2. Cuocere troppo/troppo poco la pasta

La cottura della pasta è ovviamente personale e varia in base ai gusti. Alcune persone tendono a cuocere la pasta per un tempo più o meno lungo e ognuna afferma di aver cotto la pasta perfettamente.

Ma, pur ammettendo che il gusto è una cosa soggettiva, ci sono sicuramente persone che lasciano la pasta a cuocere troppo tempo o troppo poco tempo.

Cuocerla poco è meno comune perché la pasta cotta è croccante e, ovviamente, indigesto. Più spesso, invece, si lascia in acqua per troppo tempo. La pasta scotta è molle e perde la sua forma. La pasta corta scotta è anche poco digeribile.

3. Considerare le indicazioni sul pacco

Se non sai per quanto tempo deve cuocere quel determinato tipo di pasta, troverai un tempo di cottura indicato sul pacchetto. Così circa un minuto prima che il tempo sia scaduto, puoi provare ad assaggiare la pasta. Sarà pronta quando è leggermente al dente.

A questo punto puoi spegnere il fuoco e scolare la pasta in un colino. Agita la pasta per eliminare tutta l’acqua in eccesso (è necessario prestare particolare attenzione a farlo correttamente) e servire subito.

4. Non sciacquare la pasta dopo la cottura

produttori pasta frescaBuona parte degli stranieri dicono di lavare la pasta in acqua bollente dopo la cottura. Questa non è una buona idea. La cottura al dente significa che c’è la giusta quantità di amido sulla pasta in grado di assorbire la salsa.

Se si lava la pasta questi amidi andranno via a meno che tu non abbia cucinato la pasta in una pentola troppo piccola e allora può valere la pena risciacquarla la pasta con acqua bollente per eliminare quelli in eccesso.

La titolare del Pastificio Artigiano il Castello, la signora Silvia Colautti, a proposito della produzione della pasta corta ci dice…

Per avere una tavola varia e colorata sono disponibili vari formati di pasta corta, dalle campanelle alle ortiche fresche, ai sedanini al pomodoro, ai tortiglioni al basilico. La  pasta corta, colorata e non , viene tutta rigorosamente prodotta con pura semola, all’uovo, trafilata al bronzo. Le nostre paste corte sono disponibili nei gusti :  spinaci, pomodoro, basilico, rosmarino, erba cipollina, nero di seppia.

 

  • Gnocchetti Sardi
  • Maltagliati
  • Crestine
  • Sedani
  • Fusilli
  • Pipe Rigate
  • Fisarmoniche
  • Fusilli Mini
  • Campanelle