Come portare in tavola la pasta a Pasqua

Pasqua si avvicina ed è giunto il momento di pensare al pranzo che prepareremo per i nostri ospiti. Per rendere le nostre tavole ricche e all’altezza dell’evento dobbiamo certamente pensare a come preparare la pasta, un piatto che ottiene sempre un grande successo, ma che va realizzato a dovere.


Ecco due consigli per un primo appetitoso adatto alle festività Pasquali. La pasta fresca, come sappiamo, è un alimento molto amato dagli italiani che non deve assolutamente mancare nelle nostre tavole pasquali. Per proporlo ai nostri ospiti in modo originale e creativo vi suggeriamo due metodi di preparazione davvero prelibati. Una lasagna bianca saporita e delle tagliatelle delicate. Vediamole insieme.

pastificio artigiano il castelloLa preparazione della pasta per la lasagna è quella tradizionale, a base di uova e farina 00. Il tocco creativo, invece, riguarderà la composizione del piatto e la scelta dei condimenti.

Per questa prima soluzione vi consigliamo di preparare le lasagne utilizzando una crema di formaggi (da ottenere in un pentolino con mascarpone, pecorino stagionato e grana padano) alla quale dovrete aggiungere pepe rosa macinato ed erba cipollina. 

Componete il piatto alternando uno strato di sfoglia e uno di crema di formaggi sopra la quale andrete a distribuire una pioggia di noci e mandorle grattugiate. Continuate così fino ad esaurire tutta la pasta fresca e infornate. Quando il piatto sarà quasi pronto, disponetegli sopra qualche striscia sottile di pancetta arrotolata e lasciatele dorare in forno. Una volta ultimata la cottura, servite a tavola. Il risultato sarà un primo delicato e croccante, assolutamente gustoso.

Per le tagliatelle, invece, vi proponiamo una ricetta molto nota ai produttori di pasta fresca che prevede l’utilizzo di condimenti semplici e sani. Quello che dovete fare è preparare un ragù in bianco (senza pomodoro) a base di broccoli e, se volete, salsiccia.

Dopo aver fatto dorare il soffritto di carote, cipolla e sedano aggiungete i broccoli ben sminuzzati e saltateli velocemente per renderli croccanti. A questo punto aggiungete la salsiccia, anch’essa ridotta in piccoli pezzi, e fate cuocere completamente. 

Una volta bollita la pasta fresca, fatela saltare in una padella abbastanza capiente insieme al condimento e spolverate con abbondante parmigiano reggiano. Servite il tutto accompagnato da un olio profumato all’alloro, che i commensali potranno aggiungere a piacere.