Produttori di pasta: la pasta come la facciamo noi

Produttori di pasta; la pasta fresca è nata molti secoli prima della pasta secca, creata successivamente per conservarla e per poterla trasportare. Preparare la pasta fresca non è poi così difficile. È necessario rispettare alcune cose fondamentali. Vediamo allora come prepararla, partendo dalla classica fontana di farina setacciata.

Sbattete le uova e mettetele dentro la fontana e amalgamate il tutto. Lavorate l’impasto per una ventina di minuti finché l’impasto non sarà sodo e omogeneo. Quando cominceranno a formarsi le bolle la lavorazione è finita. A questo punto avvolgete l’impasto in una pellicola trasparente e fatelo riposare per mezz’ora circa.

Trascorsa la mezz’ora l’impasto per la vostra pasta fresca è pronto. Stendetelo col matterello e create delle sfoglie e dalle sfoglie ricavate il formato di pasta che preferite. Esercitatevi e vedrete che non è per niente complicato. Per gustare un piatto di pasta molto importante è la cottura.

Vediamo anche come cuocerla. Intanto, la prima cosa è la scelta della pentola, grande e alta abbastanza da poter contenere una sufficiente quantità d’acqua (un litro d’acqua circa ogni 100g di pasta). Non è possibile stabilire il tempo esatto di cottura della pasta anche se per certo cuoce molto prima della pasta secca industriale.

produttori di pasta fresca

La pasta è cotta quando è tenera dall’esterno e dura all’interno: questo punto è definito dagli addetti ai lavori con il termine “al dente”.

Che altro dire! È importante assaggiare la pasta ogni tanto, non aggiungere olio, mescolarla di tanto in tanto nella fase iniziale per non farla legare e, infine, ricordate di non passarla sotto l’acqua fredda perché non si legherà mai bene con i sughi e i ragù. Volendo fare una considerazione, la pasta fatta in casa, lavorata per bene, con gli ingredienti giusti e di qualità è ineguagliabile anche se oggi l’industria della produzione della pasta ha fatto passi da gigante perché i produttori di pasta fresca hanno curato al meglio la produzione e la qualità è migliorata di molto. Provateci, prima a farla e poi a cucinarla, il risultato sarà buono se, a fine pasto, della pasta ci restano solo le foto che abbiamo fatto.

foto : awecelia, matneym